World_antonello_marcelli_dad_needs_trip

FAQs di viaggio

Viaggiare ai tempi della pandemia

Cerca le risposte per viaggiare in sicurezza e scegliere la giusta assicurazione per il tuo viaggio.
Se non trovi la risposta che cercavi o se hai domande specifiche, sarò molto felice di risponderti.
Approfitta della mia consulenza gratuita pensata appositamente per te.

Verso quali paesi posso viaggiare per turismo?

Da gennaio 2020, in tutto mondo l’emergenza sanitaria causata da COVID-19 imperversa. Questo ha cambiato completamente i nostri comportamenti in materia di viaggio.
Con i giusti accorgimenti e le dovute precauzioni si può viaggiare per turismo. C’è sicuramente da tenere in conto che qualunque spostamento può comportare un rischio sanitario, come la possibilità di rimanere bloccati, per fermo sanitario, all’estero. Pianificando con la massima attenzione e scegliendo le giuste soluzioni assicurative ci si può tutelare sia dalla possibilità di dover trascorrere un periodo aggiuntivo all’estero, che da quella di contrarre il COVID-19 e dover sostenere eventuali spese sanitarie.
Per noi italiani gli spostamenti da/per l’estero sono disciplinati dal DPCM 2 marzo 2021. Qui trovi il link.

Il DPCM individua 5 elenchi di paesi per i quali sono previste differenti misure. Tali elenchi vengono modificati ed aggiornati con apposite ordinanze. Di seguito gli elenchi validi fino al 31 gennaio.

Si può viaggiare per turismo verso i paesi degli elenchi A - B - C - D, con restrizioni più o meno stringenti in base all’elenco di appartenenza.

San Marino, Città del Vaticano

Al momento, nessuno Stato è in questo elenco.

Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

Argentina, Arabia Saudita, Australia, Bahrein, Canada, Cile, Colombia, Emirati Arabi Uniti, Giappone, Indonesia, Israele, Kuwait, Nuova Zelanda, Perù, Qatar, Ruanda, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale, basi britanniche nell’isola di Cipro), Repubblica di Corea, Stati Uniti d’America, Uruguay, Taiwan, Regioni Amministrative Speciali di Hong Kong e Macao.

Resto del mondo: tutti gli Stati e territori non espressamente indicati in altro elenco.

È obbligatorio avere un’assicurazione di viaggio?

È necessario distinguere se sei un viaggiatore fai da te o se prenoti il tuo viaggio con un’agenzia.

1. Se organizzi i tuoi viaggi per conto tuo non sei obbligato a stipulare nessuna assicurazione, a meno che non sei diretto verso alcuni paesi che richiedono un’assicurazione medico / sanitaria obbligatoria, come ad esempio Cuba e la Thailandia. Mentre in altri paesi, come gli USA, una polizza medico / sanitaria è fortemente raccomandata. Puoi ovviamente prevedere una polizza di viaggio, scegliendo tra le tipologie elencate nella domanda successiva, rivolgendoti al tuo assicuratore di fiducia o ad una delle tante assicurazioni online che offrono questo tipo di servizio.

2. Se acquisti il tuo viaggio tramite un’agenzia di viaggio nel 99% dei casi un’assicurazione medico / bagaglio è obbligatoria. Non è obbligatorio stipulare l’assicurazione quando si acquista un solo servizio, come ad esempio il solo volo aereo o il solo soggiorno in una località prevedendo di raggiungerla in autonomia.

Assicurazione di viaggio, quale scegliere?

Prima di capire quale polizza di viaggio scegliere, ti elenco le tipologie di assicurazione di viaggio:

1. Assicurazione medico/sanitaria: polizza che copre eventuali spese sostenute all'estero per problemi di salute a causa di incidenti o malattie. Può prevedere anche il rientro aereo d'urgenza.

2. Assicurazione bagaglio: polizza che assicura il bagaglio contro incidenti, furto o smarrimento.

3. Assicurazione annullamento: polizza che copre le spese di viaggio già sostenute prima della partenza, come il costo del biglietto aereo o quello del soggiorno in caso di annullamento dovuto a motivi certificabili, come malattia o incidente, furto in casa e/o dei documenti di viaggio, nuova assunzione e/o revoca delle ferie. È bene verificare attentamente quali sono i motivi validi per annullare il viaggio, ad esempio, nella maggior parte delle polizze, fino a poco fa, una eventuale pandemia non rientrava tra le cause di annullamento! N.B. L’assicurazione annullamento cessa nel momento esatto in cui iniziate il vostro viaggio con il mezzo di trasporto scelto per raggiungere la vostra destinazione.

4. Assicurazione tutto incluso: comprende l'assicurazione medico / bagaglio / annullamento. In certi casi, la formula all inclusive può comprendere anche una copertura contro il furto di cellulari, macchine fotografiche e altri oggetti di valore. Questo tipo di polizze può essere ulteriormente esteso prevedendo delle coperture per eventuali spese sostenute per prolungamento forzato del soggiorno, ad esempio in caso di fermo sanitario o quarantena.

Da quando è valida la copertura di una polizza?

La polizza medico / bagaglio copre dall’inizio del viaggio fino al rientro.
Mentre la copertura della polizza annullamento vale dal momento della sottoscrizione della polizza fino al momento esatto in cui iniziate il vostro viaggio con il mezzo di trasporto scelto per raggiungere la vostra destinazione.

Quale polizza scegliere per tutelarmi da problemi legati al covid-19?

Sono due gli aspetti da valutare.
Il primo aspetto sono le spese sanitarie che si potrebbero sostenere, durante il viaggio, nella malaugurata ipotesi di contrarre il virus. In questo caso sono da considerare attentamente i massimali e le malattie/incidenti coperti dalla polizza. Quindi la scelta di una buona polizza sanitaria è la scelta giusta.
Il secondo aspetto è inerente l'eventuale annullamento del viaggio per aver contratto il virus prima della partenza. Fate attenzione perchè alcune polizze ancora contengono la clausola di esclusione per le epidemie aventi caratteristica di pandemia dichiarate dal OMS (come nel caso del COVID-19). Verificate bene tutti i punti del contratto!
In ultimo potete pensare di estendere la vostra assicurazione in modo da coprire eventuali costi aggiuntivi dovuti ad un soggiorno prolungato a causa di fermo sanitario dalle autorità locali.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit sed.